BANNER SCRITTA
BANNER OCCHI
TASTO HOME
FASCIA ARANCIONE
BIANCO HOME


FASCIA ARANCIONE
TASTO BASE ROSSO

04-02-2013 IBARRA LA CITTA’ BIANCA ECUADOR

Piove a dirotto, strano il tempo è impazzito, chiedo un pò di informazioni che riguardano la prossima località Tulcan, ci sono autobus ogni ora circa due ore e mezzo di viaggio.
Esco dalla stazione, cercare un autobus con questa pioggia è da pazzi, prendo un taxi che per un dollaro, mi porta al centro della città , dove in meno di un minuto mi vedo alloggiare al:

Hostal Fenix
Pedro Moncayo 7-44 y Sanchez y Cifuentes
Tel 06-2953993 / 2952764

Solito importo 10$ acqua calda, tv, camera matrimoniale, bagno privato, wi-fi.
Prezzi che tra un pò vedrò lievitare col cambio di paese.
A Ibarra sono solamente di passaggio, per poi arrivare diretto a Tulcan.
La città ha un bel centro, con diverse piazze che si affacciano alle imponenti chiese, le strade del centro sono tutte in ciottolato, ci sono diversi servizi, dagli hotel, ristornati, ovviamente banche e bancomat, non mancano gli internet point.
Passeggiare è piacevole, soprattutto perchè è una città  tranquilla e apparentemente sicura, ha circa 125,000 abitanti, quindi non è cosi piccola.
Non ha molte attrazioni, per vedere qualcosa bisogna spostarsi, ed avere come minimo una macchina, per risalire sino al vulcano o visitare il lago Yahuarcocha in prossimità della città.

IBARRA-ECUADOR

I dollari che mi rimangono sono sempre meno, il tempo a disposizione idem, non mi va di prelevare altri dollari, perchè poi convertendoli in pesos ho una perdita notevole.
Quindi opto, per cambiare città e risalire a Tulcan frontiera con la Colombia.
Di buona lena, preparo lo zaino e mi accingo alla stazione dei bus, oggi che ho deciso di partire il tempo è buono, non piove, sembra fatto apposta.
Arrivo in stazione, con l’ impresa turismo expresso per 2,50$ acquisto il biglietto per Tulcan.
Salto sull’ autobus e in tre ore circa arrivo a Tulcan città di frontiera.
Tulcan è a circa 3000mt di altitudine, ma fortunatamente, non fa freddo, arrivo nella piazza principale e cerco un alloggio economico dove poter passare due o tre giorni prima di lasciare definitivamente l’ Ecuador e finalmente iniziare una nuova avventura in Colombia.

Continua Tulcan Ecuador
frontiera con Ipiales Colombia

Torna al diario Otavalo fiera
Indigena del bestiame